Dal negozio fisico all’ecommerce:massimizza i guadagni

Dal negozio fisico all’ecommerce:massimizza i guadagni

Affiancare un ecommerce al tuo negozio fisico, ti permetterà di moltiplicare i tuoi guadagni e di estendere maggiormente il tuo brand. In questa guida ti mostrerò come avviare un ecommerce e quali vantaggi avrai.

Durante gli anni del mio lavoro di consulente web marketing, mi sono accorto soprattutto dell’incapacità dei molti imprenditori di non sfruttare l’enorme possibilità che il web al giorno d’oggi ci dà. Della possibilità di incentivare i guadagni, sfruttando il brand che hanno, ma non solo a livello locale, ma a livello nazionale.
In questa mini guida cercherò di mostrarvi tutte le potenzialità nell’affiancare un ecommerce al tuo negozio fisico e delle reali possibilità che hai di aumentare il tuo fatturato.

Un pò di dati:
Negli ultimi anni stiamo assistendo sempre più all’enorme sviluppo degli e-commerce. Molte persone si affidano sempre maggiormente a comprare online, per la comodità e per i tempi più rapidi che hanno raggiunto le spedizioni.

La crescita in Italia è impressionante, ogni anno, come dimostra il grafico, il fatturato del e-commerce cresce sempre di più, con una crescita del 18% rispetto al 2017.

Si, ma per quali settori?
Escludendo il settore del “tempo libero”, cioè delle scommesse online, o della possibilità di comprare ticket per partite o cinema, andiamo a vedere che al primo posto possiamo trovare gli e commerce di salute e bellezza, per poi andare a trovare quello della moda, della tecnologia di consumo, della casa e dell’arredamento e infine il settore alimentare. Quest ultimo sta crescendo a vista d’occhio, sempre più persone preferiscono comprare la spesa online ( anche per via di prodotti specifici ), e farsela consegnare comodamente a casa.

Come faccio ad avviare il mio e commerce?
Se sei arrivato fino a questo punto, probabilmente è perché ti sei convinto del fatto che essere presente anche online, può essere un’ ottima opportunità per il tuo business.

Esistono vari modi per avviare un e-commerce, se non siete esperti è sempre meglio affidarsi ad un professionista.Se invece avete il desiderio di provare a fare da soli, non scoraggiatevi, ci sono diverse soluzioni che permettono di creare il vostro ecommerce in autonomia, senza che sappiate alcun codice di programmazione.

Quale piattaforma posso utilizzare per creare il mio e-commerce?
Personalmente sono 3 le piattaforme che uso maggiormente e dove mi sono trovato meglio e sono: WordPress ( Woocommerce ), PrestaShop e Shopyfi.

WordPress: E’ una piattaforma open-source e si stima che circa il 30% dei siti sia costruiti proprio con WordPress.
L’unico problema è che non è progettato per creare E-commerce, ed è proprio qui che entra in gioco Woocommerce,
Woocommerce è un plugin di WordPress che consente di creare con pochi click pagine di prodotto, gestire l’ inventario e calcolare le tasse.
E’ del tutto gratuito ( tranne il pagamento dell’hosting ), di facile utilizzo ed è adatto per piccole attività.
Link per WordPress


PrestaShop: Piattaforma simile a WordPress, ma che si differenzia in alcuni punti chiave. Anche PrestaShop ti permette di creare il sito in modo del tutto gratuito, anche se per implementare i vari plugin sono quasi tutti a pagamento. Tuttavia è una piattaforma di facile utilizzo, con un CMS molto leggero che permette tempi di caricamento dei siti ridotti.
Rispetto a WordPress, PrestaShop è adatto a chi ha una grande attività ed ha bisogno di gestire al meglio il proprio inventario.
Link per PrestaShop

Shopyfi: E’ la piattaforma ideale per chi vuole creare il proprio ecommerce in modo semplice e rapido, non occorre alcun tipo di competenza informatica. Shopyfi è utilizzata da oltre 1 milione di utenti proprio per la sua semplicità, offrendo diversi template in modo gratuito.
E’ ideale per ogni tipo di attività, da quella più piccola a quella più grande, offrendo soluzioni davvero per tutti.
E’ una piattaforma a pagamento, ed ha diversi piani mensili:
Basic: 29$
Shopyfi: 79$
Advanced: 299$
Inoltre, per chi volesse provare la piattaforma, offre un periodo di prova gratuito di 14 giorni.
Link per Shopyfi

Tra le 3 piattaforme, quella che preferisco maggiormente è Shopyfi, grazie alla sua semplicità e soprattutto per il tempo che mi fa risparmiare.
Altra alternativa è Magento, un’altra ottima piattaforma per Ecommerce, ma non avendola mai usata, non posso dare un giudizio.

3 importanti regole

Nessun sovrapprezzo
La prima regola in assoluto è essere sempre coerenti ed onesti con quello che si vende. Non aumentate il prezzo online, ma cercate di usare gli stessi prezzi del negozio fisico. La spedizione potrà essere a carico dell’utente, o gratuita dopo un numero di ordini raggiunti.

Branding
Se hai un negozio che vende prodotti particolari, oppure che ha un design particolare, cerca di applicare gli stessi colori anche per il tuo e-commerce. In questo modo otterrai maggior forza come brand, perché adotterai lo stesso stile sia offline che online, in modo tale che i tuoi potenziali clienti potranno riconoscerti subito.
Ti consiglio di andare a leggere l’articolo che ho scritto sul Personal Branding.

Cura la spedizione e il magazzino
Uno degli aspetti più importanti per far funzionare al meglio un eccomerce è quello di essere quanto più veloci possibili con le spedizioni. Le persone sono sempre più abituate a ricevere i propri ordini entro pochi giorni. Inoltre, cerca di curare al meglio l’imballaggio e con il pacco, inserisci qualche volantino che faccia pubblicità al tuo negozio fisico.
Ultima cosa importante: tieni sempre d’occhio il tuo magazzino, non è facile gestire la quantità di prodotti venduti nel negozio fisico, tieni quindi sempre aggiornato il tuo eccomerce, per evitare di ritrovarti con degli ordini che non puoi spedire per mancanza della merce.

Mr WebMarketing

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *